Cividale del Friuli, perché il Giorno del Ricordo? Dialogo con Fornasaro, dell’ANVGD

Il Novecento è il secolo breve, secondo Eric Hobsbawm, grande storico britannico scomparso nel 2012. È successo di tutto e il contrario di tutto: guerra e pace.  Rivoluzioni, due guerre mondiali, una guerra fredda, crollo delle ideologie, dei muri. In mezzo a tali scenari di nazionalismi esasperati, uccisioni, bombardamenti, paura, pulizia etnica ed esodi biblici si è trovata a patire per lungo tempo la popolazione civile della costa orientale adriatica. È quella che ha sofferto di più. È quella che doveva stare zitta per ragion di stato. È quella che ha perso i propri beni economici poiché  assegnati dall’Italia alla Jugoslavia come danni di guerra per tutti gli italiani.

Bruna Zuccolin, presidente ANVGD di Udine e Franco Fornasaro all’opera

C’era la congiura del silenzio delle istituzioni. Stavano in silenzio pure tanti profughi giuliano dalmati, oppure parlavano nei loro circoli, pubblicavano libri di denuncia di 300-400 copie da diffondere solo nella cittadina d’adozione. Era una goccia di verità offuscata in un mare di dolore.

Il quadro storico è tragico e la popolazione italiana d’Istria, Fiume e Dalmazia si è trovata al centro della sofferenza adriatico-orientale del secondo dopoguerra in un intrico di vicende che non si possono dimenticare. Ecco perché è importante ricordare. Proprio su tale tema ha voluto conversare il dottor Franco Fornasaro, farmacista di Cividale del Friuli, di origini istriane e componente del Consiglio esecutivo dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia (ANVGD) di Udine. Fornasaro è un autore moderato e apprezzato in Italia, in Slovenia, in Croazia e in Montenegro, dove un suo libro bilingue (italiano/croato) è stato adottato addirittura in una scuola delle Bocche del Cattaro.

Ha dibattuto con lui, tra il pubblico attento, Bruna Zuccolin, presidente dell’ANVGD di Udine in un modo del tutto nuovo di commemorare il Giorno del Ricordo. L’originale evento si è svolto, a Cividale del Friuli, il 12 febbraio 2019 alle ore 20,30 presso la sede dell’Associazione Musicale “S. Gaggia”, presso la ex-serra dei Giardini pubblici, con ingresso da Via Rubini. È un luogo molto suggestivo di antichissima costruzione. L’intero impianto della serata è stato molto apprezzato dai presenti.

Cividale del Friuli, una suggestiva immagine della conversazione di Franco Fornasaro tra antiche mura medievali per il Giorno del Ricordo. Fotografia di Giorgio Gorlato. Elaborazioni al computer di Sebastiano Pio Zucchiatti

Servizio giornalistico e di Networking a cura di Tulia Hannah Tiervo, Sebastiano Pio Zucchiatti e E. Varutti. Fotografie di Giorgio Gorlato e dell’Archivio dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia (ANVGD), Comitato Provinciale di Udine, che ha la sua sede in Vicolo Sillio, 5 – 33100 Udine. Telefono e fax 0432.506203 – orario: da lunedì a venerdì  ore 9,30-12,30. Presidente dell’ANVGD di Udine è Bruna Zuccolin.

AIUTACI A CONTINUARE QUESTO IMPEGNO.

ISCRIVITI AL COMITATO PROVINCIALE DI UDINE DELL’ANVGD!

Pubblicità

Pubblicato da

eliovarutti

Comitato Esecutivo dell'ANVGD di Udine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...